Logo DitySpray

TUTTA UNA SERIE DI TEST

TUTTA UNA SERIE DI TEST

PER LA TUA SICUREZZA

La sicurezza dei nostri utilizzatori è una delle nostre priorità comuni, motivo per cui proponiamo loro un sistema che consente di lavorare in completa sicurezza.

A tal fine, realizziamo tutta una serie di test e prove volti a migliorare la qualità dei nostri prodotti:

PROVA DI FUNZIONALITÀ DELLA DITYBOX

IN UN CONTESTO NORMALE

Eseguiamo un primo test di funzionalità per accertarci della funzionalità della DITYBOX quando è sotto pressione e delle garanzie di sicurezza, attraverso lo sfiato della pressione dell'aria in un contesto di normale utilizzo.

prova di funzionalità della ditybox

NB: Tutte le nostre DITYBOX sono testate singolarmente a 12 bar su un banco di prova nelle nostre fabbriche.

 

RISULTATO : NESSUN PERICOLO !

 

È impossibile creare una sovrapressione nella custodia DITYBOX: una fuoriuscita d'aria tra 11,6 e 13 bar garantisce una zona di sicurezza nel contesto di utilizzo. Quando la pressione è stabilizzata all'incirca a 9 bar, il sistema riacquista la sua ermeticità: la sicurezza è reversibile !

PROVA DI ROTTURA DELLA DITYBOX

IN UN CONTESTO ANOMALO

Sostituiamo il dado di serie in plastica con un dado in acciaio inossidabile per neutralizzare il nostro sistema di sicurezza e spingerlo al limite. Si tratta perciò di un esperimento in un contesto estremo e del tutto anomalo.

Mettendo il sistema in pressione e impedendo la fuoriuscita dell'aria in eccesso, andiamo a vedere qual è il punto di rottura della DITYBOX.

Si può osservare la comparsa di una bolla.

Prova di rottura dityspray



PERCHÉ ?

 

Il materiale plastico della custodia assorbe l'aumento della pressione deformandosi. Quando arriva a rottura, ciò avviene con uno strappo verticale: la custodia rimane in un unico pezzo.j

 

La DITYBOX resiste fino a 53 bar, almeno 6 volte la pressione di servizio.

PROVA DI RESISTENZA AL CALORE DELLA DITYBO

RISPETTO A VARIE TEMPERATURE

Test température Dityspray 62°
PROVA A 62 °C
PROVA DI TEMPERATURA :
Il sistema DITYSPRAY, sotto pressione, viene lasciato su una macchina di controllo di articolo a caldo con una temperatura "sul corpo" di 62 °C.
Rimane così per 20 ore.
Risultato : Non ha subito nessun cambiamento fisico.

PROVA DI CADUTA :
Successivamente, la custodia viene rilasciata ad altezza d'uomo in modo che cada a terra.
Risultato : Non risulta danneggiata e il suo funzionamento non è compromesso.
Test température Dityspray 92°
PROVA A 92 °C :
PROVA DI TEMPERATURA :
Il sistema DITYSPRAY, sotto pressione, viene lasciato su una macchina di controllo di articolo a caldo con una temperatura "sul corpo" di 92 °C.
Rimane così per 30 minuti.
Risultato : Non ha subito nessun cambiamento fisico.

PROVA DI CADUTA :
Successivamente, la custodia viene rilasciata ad altezza d'uomo in modo che cada a terra.
Risultato : Non risulta danneggiata e il suo funzionamento non è compromesso.
Test température Dityspray 126°
PROVA A 126 °C :
PROVA DI TEMPERATURA :
Il sistema DITYSPRAY, sotto pressione, viene lasciato su una macchina di controllo di articolo a caldo con una temperatura "sul corpo" di 126 °C.
Rimane così per 3 minuti.
Risultato : Ha iniziato a sciogliersi dopo 3 minuti..

PROVA DI CADUTA :
Successivamente, la custodia viene rilasciata ad altezza d'uomo in modo che cada a terra.
Risultato : Non presentava nessun segno di danneggiamento e funzionava correttamente: il sistema era ancora sotto pressione !
Test température Dityspray 400°
PROVA A 400 °C :
PROVA DI TEMPERATURA :
Il sistema DITYSPRAY, sotto pressione, è stato messo a contattato con una bottiglia di vetro a 400 °C.
Risultato : È rimasto così per 3 minuti e 4 secondi... quindi si è forato, senza rumore né esplosione !

PROVA DI RESISTENZA CHIMICA DELLA DITYBOX

COMPATIBILITÀ, ASPETTO, DIMENSIONI

Compatibilità chimica :

Valutiamo, dopo il contatto con diversi prodotti chimici, le reazioni della plastica di cui è composta la DITYBOX.

Inizialmente, valutiamo la resistenza della custodia nel caso di contatto con vari prodotti chimici. Ecco i nostri risultati:

Feuille Dityspray

Resistente, nessuna o lieve modifica reversibile/irreversibile di peso e dimensioni : Acqua, acqua di mare, ammoniaca 100%, benzene, benzina, glicerina, latte, gasolio, olio di semi di lino, olio di oliva, olio di silicone, olio di soia, olio minerale, petrolio, solfuro di carbonio, tetracloruro di carbonio, toluene, ecc.

Feuille Dityspray

Resistente ma con riserve, modifiche significative delle dimensioni dopo un certo periodo di tempo, possibile modifica irreversibile delle proprietà: Acido acetico 10%, acido cloridrico, acido formico, acido fosforico, acido solforico 10%, acido solforico 36%, clorobenzene, sali di rame 10%, tricloroetilene 20°C, ecc.

Feuille Dityspray

Non resistente, può essere ancora utilizzata a volte in determinate condizioni (tempo di contatto ridotto): Acetina, acido acetico 40%, acido cromico 1%, cloruro di metile, fenolo, metiletilchetone, ecc.

Solubile fortemente attaccata in breve tempo: Acqua ossigenata al 30%, cloruro di calce

  

Aspetti visivi :

In una seconda fase osserviamo le modifiche visive della custodia (come, per esempio, uno sbiancamento, una deformazione o un rammollimento) rispetto a determinati prodotti che sono :

  1. Acetone (03710)
  2. Isoesano, 2-propanolo, Etanolo (03702)
  3. Terpeni d’arancio (03712)
  4. Metilale (03715)
  5. Oli minerali (03717)

La custodia è sottoposta a diverse durate di contatto: Con panno, 2 minuti, 1 ora e 70 ore.

I risultati sono convincenti perché, visivamente, il materiale non ha subito alcuna modifica a contatto con questi prodotti.

 

Dimensioni :

Infine, osserviamo se si sono verificati cambiamenti nelle dimensioni dei campioni di prova (relativi ad esempio al rigonfiamento) con i diversi prodotti chimici menzionati nella precedente parte sugli Aspetti visivi, e questo in lassi di tempo compresi tra 1 ora e 70 ore.

Anche in questo caso, il materiale non subisce differenze dimensionali a contatto con quei prodotti.

DITYSPRAY: LA SOLUZIONE INDUSTRIALE ECO-RESPONSABILE

Retourner en haut de la page